El Nost Cumün: un legame affettivo

El Nost Cumün: un legame affettivo

Una notizia pubblicata sui social network ha un’eco incredibile: il chiacchiericcio nei bar amplifica il tutto, ancora di più in una piccola borgata come la nostra.
Ma il legame affettivo tra il graffignanino e “El nost Cumün” resta indissolubile.
Perché se è vero che sulle pagine internet si leggono le notizie più fresche, sfogliando il periodico cartaceo ci si può soffermare sui dettagli.
Con le ultime elezioni amministrative si è andata a delineare una situazione completamente nuova per Graffignana: una sola lista e dieci consiglieri eletti.
Non ci sarà opposizione in consiglio comunale, ma lo sforzo di ogni cittadino sarà proprio quello di spronare e allo stesso tempo aiutare gli amministratori che si sono messi a disposizione in questa delicata fase amministrativa.
Continuerà il suo corso ciò che funziona e sarà migliorato ciò che non va, ragionando su nuovi progetti.
El nost Cumün non andrà in soffitta e sarà consegnato, come sempre, in tutte le case: con una nuova veste grafica, un nuovo formato e una linea editoriale al passo con i tempi.
La scelta, come annunciato in campagna elettorale, è quella di utilizzare lo strumento cartaceo per le novità e informazioni strettamente amministrative: scelte politiche, servizi alla cittadinanza, incarichi, conti pubblici e appalti.
Ci sarà spazio anche per interventi e punti di vista delle associazioni che operano nella nostra comunità: i progetti, le idee e le attività delle realtà che tengono vivo e attivo il nostro paese sono indispensabili per creare una rete di collaborazione proficua.
Con l’inizio del nuovo anno si riattiverà anche il sito online de El nost Cumün, fermo ormai da troppo tempo!
L’ultima novità, ma non meno importante, riguarda il costo del periodico comunale: il formato scelto permette un risparmio di spesa notevole, che in questo periodo non è certo di poco conto.


Davide Bonizzi
Direttore Editoriale

error: Content is protected !!